Google Adwords croce e delizia di chiunque lavori nel settore dell’advertising online.

Quante volte, per paura di bruciare budget inutilmente, hai deciso di puntare solo su keyword [sicure]?

Keyword, spesso long tail, che inquadrano al 100%, il servizio del tuo cliente; keyword brand, che non lasciano margine di errore.
Senza ombra di dubbio, lavorare su long tail o brand è cosa giusta ma, a volte, questa tecnica non ci permette di sfruttare alcune opportunità nascoste, alcune keyword poco comuni che allo stesso tempo vengono cercate da chi è realmente intenzionato a diventare cliente.

Stai tranquillo, capita a tutti.
A me, nelle campagne con scarso budget, capita sempre.
E’ normale; anche con poco budget a disposizione, il cliente vuole risultati quindi, giocare sul sicuro, potrebbe essere la scelta vincente.

Con questo articolo, voglio metterti in mano una tecnica per la tua campagna Adwords spesso infallibile.
Voglio farti conoscere una strategia Adwords nuova che ti permetterà di lavorare su keyword sicure con la minima spesa, come hai sempre fatto; in più scoprire nuove keyword su cui non avresti mai “scommesso”.
Sì, hai capito bene, continui a lavorare “sul sicuro” ma, in più, riuscirai a trovare nuove keyword.

Ci tengo a precisare che questa strategia non nasce direttamente da me ma ho preso spunto da diversi articoli sull’attivissima Community Adwords e dal blog ufficiale di Rossella in arte Rosserva

TIPI DI CORRISPONDENZA KEYWORD

Nel caso fossi completamente a digiuno sulle tipologie di corrispondenza ti consiglio di leggere il mio articolo: Adwords: Keyword e Tipi di Corrispondenza.

Te li riassumo, comunque, brevemente:

CORRISPONDENZA ESATTA: l’annuncio si attiverà quando l’utente cerca esattamente la parola chiave scelta.

CORRISPONDENZA A FRASE: l’annuncio si attiverà anche quando l’utente aggiungerà dei termini prima e dopo la keyword scelta

CORRISPONDENZA A GENERICA: l’annuncio si attiverà anche per varianti pertinenti alla parole chiave, quindi anche per quei termini che non hai specificato nella keyword.

CORRISPONDENZA A CORRISPONDENZA GENERICA MODIFICATA: l’annuncio si attiverà in presenza di query che contengono le parole indicate con il simbolo +.

CORRISPONDENZA INVERSA: l’annuncio non si attiverà per tutte le query che contengono le keyword specificate nella corrispondenza inversa.

IL CASO DI STUDIO

Chi legge i miei articoli sà che spesso faccio riferimento al case history sul progetto dell’agenzia che organizza viaggi in Turchia per il trapianto di capelli.
Questo perchè, gentilmente, il cliente mi ha dato il consenso alla pubblicazione di dati e risultati.

Ma veniamo a noi.
All’inizio del progetto avevo a disposizione un budget minimo per la campagna Adwords; parliamo di poche centinaia di euro al mese che dovevo comunque far fruttare.
Sì, tutto era nelle mie mani, l’intero sistema di lead generation era online ed Adwords era l’unica ancora di salvezza.

Come saprai, specialmente ad inizio progetto, Adwords è l’unica via di successo possibile. Il posizionamento organico, che bisogna comunque sempre curare ai massimi livelli (in futuro porterà una rendita senza spesa) è lungo e con pochi mesi difficilmente si sarebbero visti risultati.

Lo ammetto, ho avuto veramente paura di non riuscirci.
Il budget scarso non poteva essere in nessun modo sperperato quindi, come i più prudenti avrebbero fatto, ho impostato una campagna a bassissimo rischio, lavorando su keyword long tail, sicure, a corrispondenza esatta.
Trovi una soluzione migliore di impostare la campagna sulle keyword [trapianto capelli turchia] [autotrapianto capelli turchia] e pochi altri termini specifici?
Io No!

La campagna stava andando bene, i contatti arrivavano ma avevo l’impressione di perdermi una grande fetta di utenti i quali, con altre ricerche, non attivavano il mio annuncio Adwords.

Un giorno, quando le cose sembravano andare bene, ho deciso che era il momento di rischiare qualcosa provando a scoprire query nascoste.
Cercando online mi sono imbattuto in questa discussione nella Community Adwords che spiega proprio quello che stavo cercando di fare:
scoprire nuovi territori continuando comunque a dormire sonni tranquilli.

UTILIZZARE I 3 TIPI DI CORRISPONDENZA INSIEME

La tecnica in questione, molto semplice quanto interessante e di grande aiuto, consiste nel creare un gruppo di annunci per ogni tipo di corrispondenza mettendo, per ogni tipo di corrispondenza/gruppo di annunci, le keyword inverse inserite negli altri gruppi di annunci.

Per capirci meglio:
ho creto un gruppo di annunci a corrispondenza esatta in cui ho inserito il termine di mio interesse a corrispondenza esatta.
[trapianto capelli turchia]

Successivamente ho creato un gruppo di annunci a corrispondenza a Frase in cui ho inserito il termine di mio interesse con corrispondenza a frase
“Trapianto capelli turchia”
Ed ho messo in corrispondenza inversa il termine esatto
[trapianto capelli turchia]

Infine ho creato l’ultimo gruppo di annunci a corrispondenza generica in cui ho inserito la keyword
Trapianto capelli turchia
Ed ho messo in corrispondenza inversa il termine esatto e quello a frase
“Trapianto capelli turchia”
[trapianto capelli turchia]

Ovviamente tutto il processo è risultato snello e rapido in quanto la keyword su cui avevo deciso di lavorare era principalmente una.

Perchè questa strategia di campagna Adwords è vincente?
Quando l’utente digiterà la query esatta trapianto capelli turchia verrà pubblicato il mio annuncio a corrispondenza esatta in quanto, i gruppi di annunci a frase e generica hanno come corrispondenza inversa [trapianto capelli turchia].
Nello stesso caso se l’utente cercasse costo trapianto capelli turchia si attiverà la campagna a frase in quanto quella generica ha in corrispondenza inversa “trapianto capelli turchia” e così via.

Questo mi porterà una diminuzione del CPC e, allo stesso tempo, grazie alla corrispondenza generica/a frase mi darà la possibilità di analizzare eventuale nuove query che non avrei mai pensato di inserire all’interno della mia lista di keyword.
Infine, mi dà la possibilità di scoprire tutte le query di ricerca che sono lontane dalla conversione; di conseguenza questi termini verranno inseriti tra le parole chiave inverse.

Ti stai domandando come scoprire le query che hanno attivato il tuo annuncio?
Google Adwords mette a tua disposizione una fantastica sezione in cui potrai vedere quali query hanno attivato il tuo annuncio e quale gruppo di annunci è stato tirato in ballo.
Puoi visualizzare questa sezione cliccando sull’etichetta Termini di Ricerca nel menù Parole Chiave.

Come puoi vedere dall’immagine sotto, scoprirai facilmente cosa stavano cercando gli utenti quando hanno cliccato nel tuo annuncio e, da qui, riuscirai facilmente ad impedire che il tuo annuncio venga pubblicato a fronte di alcune query che ritieni poco interessanti per il tuo business.

Ti faccio un esempio.

Nei termini di ricerca risulta che il mio gruppo di annunci a frase si sia attivato per la query “trapianto capelli forum” questa sarà una di quelle keyword che metterei tra le parole chiave inverse.
L’utente sta cercando un forum ma, nel sito del mio cliente, non esiste nessun forum sul trapianto capelli quindi, un eventuale click da questo utente, sarebbe molto probabilmente una spesa per il click inutile.

google-adwords-termini-di-ricerca

QUALCHE RISULTATO DELLA NUOVA STRATEGIA ADWORDS

Un pò di numeri che testimoniano l’efficacia della strategia appena descritta.

Inizialmente avevo lanciato una campagna Adwords con keyword esatta [trapianto capelli turchia].
Questi erano i dati relativi al trimestre iniziale:

campagna-google-adwords-classica

Successivamente, incuriosito da alcuni articoli letti nella Community Adwords, super attiva in campo di Adwords ed Analytics ho deciso di provare questa nuova strategia e questi sono i risultati del trimestre successivo:

campagna-google-adwords-tre-tipi-corrispondenza

Cosa ne pensi?
Il CPC per la corrispondenza esatta [trapianto capelli turchia] è passato da 0,20 a 0,14 e la cosa più bella è questa:

una bella e lunghissima lista di nuove keyword a me sconosciute se non avessi provato questa strategia Adwords.

google-adwords-scopera-nuove-keyword

Nonostante, a differenza della campagna originale, siano entrate in gioco anche keyword a Frase e Generiche il CPC medio è comunque passato da 0,20 iniziali a 0.18.

In conclusione sono riuscito a trovare un gran nuovo di nuove keyword su cui lavorare e, nello stesso tempo, sono riuscito ad abbassare il CPC medio.

Non male direi!

ORA TOCCA A TE

Prova, prova e prova. Se hai dubbi nell’implementazione scrivi pure nei commenti sarò felicissimo di aiutarti.

Dicci la Tua!

2 Commenti in "Google Adwords: la Strategia Vincente"

Notifica di
avatar

Ordina per:   Nuovi | Vecchi | Più Votati
michael
Guest
michael
1 anno 1 mese fa
c’è un problema: è buona pratica iniziare sempre dalle corrispondenze generiche per poi verificare (in un secondo momento) quali siano le keyword più redditizie… perchè??!! perchè si inizia dalle generiche per poi ottimizzare e avere di conseguenza un solo gruppo di annunci con un cpc di 0,25….mentre con questo metodo tu hai 3 gruppi di annunci che sommandoli ottengono 0,60 circa di cpc…inoltre le tue keyword entrano in competizione l’una con l’altra facendo aumentare il cpc….. è una pratica disordinata e poco redditizia in ottica roi, ergo, stai buttando soldi….. e soprattutto dipende in che fase della campagna ti trovi… Leggi di Più »
wpDiscuz