Eccoci al primo appuntamento del BLOG, spero di partire nel migliore dei modi, rendendo la lettura semplice e scorrevole.
Per il mio debutto ho deciso di parlarti di come trovare e scegliere parole chiave per il tuo progetto SEO e capire quali Keyword renderanno più efficace il tuo lavoro di indicizzazione di un sito web.
Ci sono molti strumenti che ti aiuteranno nella ricerca della keyword perfetta che faccia felice il motore di ricerca ma soprattutto che faccia felice il tuo business.
Sarebbe sempre importante affiancare qualsiasi strumento o qualsiasi analisi con lo studio dell’indice KEI che, pur preso con le pinze, è interessante da valutare.

Se non conosci cos’è e come calcolare il KEI, rimani incollato alla sedia potrà essere un grande aiuto per i futuri progetti di posizionamento sui motori di ricerca, facendoti risparmiare tempo e risorse in ottimizzazioni poco producenti.

QUANTO E’ IMPORTANTE LA SCELTA DELLE KEYWORD?

Ho deciso di iniziare con questo argomento perchè è alla base di una buona partenza per ogni progetto SEO ma, allo stesso tempo, è quello che crea maggiori incertezze su come e dove sia più conveniente investire risorse.

Anche se sei alle prime armi con la SEO, saprai quanto sia importante una buona partenza, ogni decisione, ogni ottimizzazione, ogni contenuto del tuo sito deriva dalle keyword scelte inizialmente.
E’ semplice: dalla parola chiave che stai ottimizzando nasce lo studio dei concorrenti e la conseguente strategia di attacco, sbagliando la keyword analizzerai un falso concorrente ed applicherai una strategia probabilmente sbagliata per il tuo business.

Parti da un presupposto:
non tutte le parole chiave possono raggiungere ottimi posizionamenti soprattutto se concorrerai con siti autorevoli e referenziati.

Hai sbagliato qualcosa del tuo progetto? Non ti abbattere. Potrai sempre riprendere la giusta strada.
Anche a me capita di leggere e rileggere la lista delle keyword per ore. Il giudizio finale aspetterà a Google Analytics, che con le sue dimensioni/metriche riuscirà ad indicarmi se l’analisi sia stata corretta o no. Puoi approfondire una sezione dello strumento leggendo questo articolo: Google Analyitics Ottimizzazione per i Motori di Ricerca.
Con il tempo sono riuscito a farmi una mappa mentale che seguo e che ho deciso di condividere con te, per darti nuovi spunti ed aiutarti a migliorare il primo passo del tuo progetto.

KEI

Acronimo di Keyword Effectiveness Index è l’indice che ti indica l’efficienza di una keyword confrontando il numero di ricerche con il numero di concorrenti.

Formula-Calcolo-Kei-keyword-effectiveness-index

dove R indica il numero di ricerche e C il numero di concorrenti.

Come puoi capire dalla formula, la parola chiave più facile da posizionare è quella che restituirà un KEI alto. Un maggior numero di ricerche (R) o un minor numero di concorrenti (C) renderanno il valore del KEI elevato.

Attenzione: il numero di competitor è un dato quantitativo, non qualitativo. Tienilo sempre a mente.

Un KEI alto (buona possibilità di posizionamento) può derivare dalla bassa quantità di siti concorrenti (C), che potrebbero però essere dei punti di riferimento mondiale del settore; in questa situazione sarà molto difficile scalare la SERP di Google.
E’ tanto semplice quanto importante quello descritto. Se hai dubbi rileggi e rileggi.

CALCOLO DEL KEI: UN CASO REALE

Esaminiamo un caso reale che renderà le parole più comprensibili.
L’esempio sarà la piccola parte di un esperimento che ho seguito recentemente, con buoni risultati sulla ricerca organica. Il progetto coinvolge centinaia di parole.
Ogni SEO ha la sua strategia. Il risultato sarà lo stesso: Keyword, Keyword, Keyword, Keyword, Keyword su cui lavorare.

Ricerca Parole Chiave

Ognuno ha il suo modo, io mi aiuto con Semrush, Google Suggest, Rank Tracker, Ubersuggest, studio dei competitor in SERP. Queste attività saranno sufficienti per ottenere una lunga lista di Keyword.
Qui non approfondirò le varie tecniche ma vi prometto che farò un articolo in cui le spiegherò dettagliatamente.

Analisi Parole Chiave

Analisi-Keywords-Calcolo-KEI-Caso-Reale

Colonna A – Keyword

Parole Chiave estratte dal punto 1.

Colonna B – Numero di Ricerche per Parola Chiave

Valore ricerche mensili ottenuto da Google Adwords dal menù Strumenti-> Strumento di Pianificazione delle Parole Chiave.

Volume-Ricerca-Keywords-da-Adwords

Colonna C – Numero di Concorrenti in Serp

Valore indicato da Google effettuando una semplice ricerca nel motore.
C’è chi preferisce ottenere questa informazione aggiungendo alla query l’operatore allintitle. Esempio: “allintitle:trapianto capelli turchia”.
In questo modo verranno restituiti solo i concorrenti che hanno nel titolo la Keyword di interesse.
Così si escludono tutti i siti non realmente concorrenti ma che compaiono in SERP perchè “sfiorano” l’argomento nei contenuti.

Calcolo-Kei-Numero-Concorrenti-Keyword-1
Calcolo-Kei-Numero-Concorrenti-Keyword-2
Calcolo-Kei-Numero-Concorrenti-Keyword-3

Colonna D – Kei

Risultante dalla formula ((Numero Ricerche * Numero Ricerche) / (Numero di Concorrenti)). Inserire nella colonna D2 la formula “=(B2*B2)/C2” (senza i doppi apici). Trascina la colonna D2 in tutte le righe successive per ottenerlo in tutte le Keyword.

Colonna E – Possibilità di Conversione della Keyword (1-4)

Dò un valore da 1 a 4 ad ogni Keyword in base alla possibilità che, secondo me, la parola riesce a convertire. Più basso è il valore assegnato più è facile la conversione.
Questo tra tutti i dati del foglio excel è l’unico dato discrezionale e non scientifico.

RANK TRACKER

Ti spiego brevemente come ottenere le stesse informazioni con un quarto di tempo grazie al software Rank Tracker della suite SEO PowerSuite. Ci sono molti tool che fanno ottimamente questo lavoro, io ho mi sono fermato su Rank Tracker perchè lo trovo davvero ottimo e completo.

Due righe su RankTracker:
1- esiste una versione gratuita con alcuni limiti, tra cui l’impossibilità di salvare il progetto (cosa molto sconveniente).
2- devi sempre configurare correttamente il software per non incappare in dati falsi.

Detto ciò, ti presento la parte del software attinente all’articolo. Spero di scrivere qualcosa di memorabile su questo tool spettacolare.

Inserisci tramite il pulsante ADD KEYWORDS la lista di parole e aggiorna il KEI tramite il pulsante UPDATE KEY.
Come per magia, dopo alcuni minuti di elaborazione, ecco il risultato.

Rank-Tracker-Calcolo-KEI-Keywords-Ranking-Details

Attenzione: i dati sono leggermente differenti rispetto a quelli precedentemente indicati perchè fatti a distanza di giorni. Puoi comunque vedere che hai le 4 colonne identiche al foglio excel tranne l’ultima, la colonna soggettiva.

Ok facciamo il punto:

  • Ricerca delle Keyword
  • Numero di ricerche mensile
  • Numero di concorrenti in SERP
  • Calcolo del KEI
  • Indice sulla possibilità conversione

Ti ripropongo l’excel condiviso inizialmente per riprovare ad analizzare i dati:

Analisi-Keywords-Calcolo-KEI-Caso-Reale

Senza soffermarti soltanto sul KEI, analizzando nel complesso l’excel, cosa ci hai capito?

A me balza subito all’occhio che la Keyword “Trapianto di Capelli all’Estero” ha KEI basso, quindi difficoltà di posizionamento, dovuto ad un volume di ricerca quasi irrisorio.
Vale la pena lavorare ed impiegare risorse per cercare di posizionarla?
Mediamente, in un mese solo 30 persone effettuano questa ricerca e 60600 sono i siti concorrenti.
Facendo due calcoli, se con fatica riuscissi a posizionarmi entro le prime tre posizioni mi porterei a casa 8/10 visite mensili. Di conseguenza abbandono l’idea di lavorare su questa parola.

Per una questione di semantica sono comparso in SERP ugualmente per questa query, ma non era la mia priorità.

Caso-Reale-Su-Analisi-Keywords“Trapianto Capelli” / “Trapianto Capelli Turchia”: KEI abbastanza importante, entrambe maggiori di 100.
KEI alto è un buon punto di partenza, ciò nonostante è necessario approfondire facendo un’analisi meno scientifica e più ragionata. I numeri sono importanti ma non sono legge.

“Trapianto Capelli Turchia” : longtail, maggiore possibilità di conversione.
“Trapianto Capelli” : KEI migliore ma query generica.

Le persone che andranno a cercare “Trapianto Capelli” che risultato si aspettano di trovare in SERP? Un blog, delle foto, delle opinioni? I nomi dei vip che hanno effettuato questo trattamento? Informazioni generiche sull’autotrapianto?
Questi sono i primi dubbi ai quali non so dare una risposta a causa della genericità della query. Brutto segno!

“Trapianto Capelli Turchia” : specificando “Turchia” avranno già letto articoli, sanno che in Turchia costa meno ed avranno già valutato le varie proposte/offerte dei concorrenti in Italia/Europa/Mondo.
Ciò nonostante hanno deciso per la Turchia. E’ questo che a noi interessa ed è questo che fa la differenza.

Con questa Keyword scremiamo tutte le persone che vogliono effettuare un trapianto nelle altre parti del mondo, tutte le persone che cercano vip con capelli impiantati e tutte le persone che sono soltanto curiose; quindi suppongo che “Trapianto Capelli Turchia” è più vicina alla conversione rispetto alle altre.

Se vuoi approfondire l’argomento sulle longtail leggi il mio articolo: Long Tail o Short Tail. Qual’è la Scelta Vincente?

Ho parlato di alcuni strumenti per la ricerca di parole chiave, ti ho fatto vedere cos’è e come si calcola il KEI e per quale motivo può essere considerato un parametro interessante.
Ricorda sempre che l’analisi e la scelta delle keyword si basa su criteri a volte meno scientifici e più legati al buonsenso.

ORA TOCCA A TE!

Conoscevi ed utilizzavi il KEI?
Facci conoscere il tuo punto di vista lasciando un messaggio nei commenti.

ARTICOLI COLLEGATI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Dicci la Tua!

Commenta per Primo!

avatar
  Subscribe  
Notifica di