Meglio posizionarmi per una query ricercatissima o per una query con meno ricerche?
Se almeno una volta ti è venuto questo dubbio continua a leggere, ti darò la soluzione.

Dando per assodato che tutti gli sforzi dovranno essere per parole che hanno senso di esistere a fianco al tuo sito, provo a spiegarti come scegliere la parola chiave che potrebbe essere più performante.
Ce ne sono alcune per cui vale la pena lavorare lavorare e lavorare per ottenere il posizionamento perfetto ed altre che, anche se pertinenti, difficilmente riusciranno a trasformare l’utente in cliente.

Tutto nasce dalla considerazione che molto traffico non corrisponde a molte conversioni.

E qui si apre il mondo:
Short Tail/General Phrases: parole chiave generiche (1 o 2 termini).
Long Tail: parole chiave specifiche (3 o più termini)

Long-Tail-Short-Tail

Soffermandoti sul grafico capirai che le short tail/general phrases sono tutte le query di ricerca constituite da una/due parole chiavi. Queste query molto generiche solitamente avranno un alto numero di ricerche ed un altissimo numero di concorrenti.
L’esatto contrario sono invece le long tail, queste sono query constituite da tre/quattro keyword, sono sempre più specifiche delle short tail e di conseguenza avranno un numero di ricerche ed un numero di concorrenti più basso.

SHORT TAIL

Come puoi vedere dalle immagini sotto, la parola casa è molto generica e di conseguenza un numero a 10 cifre di concorrenti ed un numero discreto di ricerche.

Short-Tail-Chiave-Generica-Esempio-Google
Short-Tail-Volume-di-Ricerca

LONG TAIL

Contrariamente all’esempio sopra, la parola “casa in legno prezzi” è molto specifica con un numero molto inferiore sia di concorrenti che di ricerche mensili.

Long-Tail-Chiave-Generica-Esempio-Google
Long-Tail-Volume-di-Ricerca

LONG TAIL LA SCELTA VINCENTE

Credi che la scelta corretta sia lavorare sulla keyword “casa” Soltanto perchè molte piu persone la cercano?

Continua a leggere vorrei farti cambiare idea con tutto il cuore 🙂

Prova a rispondere a queste domande:
1- riusciresti a posizionarti tra miliardi di concorrenti, tra cui alcuni molti autorevoli?
2- sapresti realmente cosa sta cercando la persona avendo come unico riferimento: “casa”?
3- non sapendo cosa vuole l’utente, riusciresti a creare un Title e Description accattivanti?
4- saresti in grado di proporre la landing page perfetta per non far fuggire il potenziale cliente?

Ora ti dico la mia:
1- in una SERP con milioni di risultati troverai sempre il Big sull’argomento. Anche se offri il servizio migliore il concorrente autorevole sarà sempre posizionato sopra di te.
2- non riuscirai mai a capire cosa vuole realmente l’utente.
3- è impossibile proporre Title e Description che possa conquistare l’attenzione della persona.
4- non sapendo cosa vuole l’utente, è impossibile proporgli la pagina che si aspetta.

Ok non ti ho convinto

LONG TAIL VS SHORT TAIL: CASO REALE

Facciamo altre due ricerche ed analizziamo le prime posizioni della SERP.

Short-Tail-Esempio-Ricerca-Google
Long-Tail-Esempio-Ricerca-Google

La cosa che mi appanna la vista è il numero di siti concorrenti 2.000.000.000 contro 420.000. Posizionarsi nelle prime posizioni su 420.000 concorrenti non sarà facile; ma posizionarsi su 2.000.000.000 sarà quasi impossibile

I primi tre risutati per la keyword “auto” rappresentano argomenti totalmente slegati tra loro: uno tratta di prove su strada, il secondo ci offre le novità del settore e l’ultimo ci vorrebbe vendere un auto.
Questo è normale, non sapendo cosa l’utente vuole, vengono proposti siti autorevoli che rispondono a richieste totalmente differenti tra loro.
Nella seconda ricerca, invece, siamo coscienti che il potenziale cliente vuole noleggiare un’auto ad Ancona, quindi vengono proposti tre siti attinenti tra loro che offrono il servizio di noleggio auto ad Ancona. Anche title e description sono molto appetibili.

Infine la pagina di atterraggio.
Tutti e tre i siti della ricerca generica catapultano l’utente alla Home Page mentre, per la ricerca “noleggio auto ancona” tutte le pagina di atterraggio fanno riferimento al servizio di noleggio auto ad Ancona.

Di esempi come questi ce ne sono a milioni. Fai una prova e nel caso riuscissi a trovare dei termini che non rispettino quanto detto scrivilo nei commenti e proviamo a capire.

Sarà più facile trasformare in cliente, l’utente della prima ricerca o quelo della seconda ricerca?

Long Tail, Chiavi a Coda Lunga, la Forza

Ora, come sempre, ti riporto un caso reale su un esperimento che stò seguendo.

Long-Tail-Short-Tail-Google-Analytics-Confronto

Il tasso di conversione per la long tail è superiore rispetto alla ricerca generica “trapianti turchia”.

ORA TOCCA A TE!

Tu stai puntando sulla quantità del traffico delle parole chiave generiche o sulla qualità delle parole chiave a coda lunga?

Dicci la Tua!

2 Commenti in "Long Tail o Short Tail. Quale è la Scelta Vincente?"

avatar
  Subscribe  
Nuovi Vecchi Più Votati
Notifica di
Mattia
Guest

Ottimo spunto di riflessione!
Concordo in pieno con quanto hai scritto.
Io ho sempre pensato alla long tail come la vera domanda consapevole.. la short invece secondo me è una specie di domanda latente.. un po più ristretta.. ma è una mia visione, probabilmente errata